Nuovi catechisti inviati in missione a Yagoua

Il giornale camerunese L’Effort n° 701 scrive che il 9 febbraio scorso, mons. Barthélemy Yaouda Hourgo, vescovo di Yagoua, ha presieduto alla celebrazione di fine percorso della formazione dei catechisti, del centro di Doubane, ora inviati in missione nelle loro parrocchie d’origine. L’abbé Godefroy Mvondo Oyono, direttore del centro, descrive che quando giungono dalle parrocchie della diocesi i candidati – marito, moglie e figli – trovano casa e terreno per nutrirsi per due anni e l’ambiente di aule, biblioteca, magazzini, granaio e strumenti di lavoro. Il centro iniziato nel 1977, è anche sostenuto nell’insegnamento da alcuni preti che si offrono gratuitamente. Il vescovo si è congratulato per l’impegno messo nel seguire i corsi, li ha incoraggiati a consolidare la formazione con la lettura e la meditazione quotidiana della parola di Dio, alla franca collaborazione con i preti delle loro parrocchie, e alla testimonianza da donare ai fratelli e alle sorelle per aiutarli a crescere come discepoli del Signore. Alla celebrazione erano presenti 500 fedeli, provenienti da tutta la diocesi, una decina di preti, le autorità della zona, alcuni pastori protestanti e un prete ortodosso. La gioia di tutti era indescrivibile.

Trovandomi in Camerun a Yaoundé per un corso di storia delle missioni ai nostri seminaristi dell’anno di spiritualità, nel mese di dicembre scorso ho potuto passare 15 giorni al Nord e quindi visitare il centro di Doubane da me diretto per una ventina d’anni. Ho incontrato il direttore attuale e le coppie dei catechisti. Immaginate la gioia comune. Mi hanno letto e consegnato anche “les doléances”, cioè le loro necessità. Ho potuto assicurare loro che il centro resterà sempre una delle mie priorità e ho affidato al padre Danilo Fenaroli il mio contributo alla festa di fine percorso e il necessario per l’acquisto del mulino, in modo che le donne possano macinare il miglio, senza dover  uscire tutti i giorni nel villaggio. Col vescovo c’eravamo intesi su come mantenere efficiente il centro. Se qualche amico volesse unirsi per sostenere questo centro importante, ne sarebbe un giorno contento.